Centro Monari | Centro Fisioterapia e Riabilitazione | Bologna Centro Monari | Centro Fisioterapia e Riabilitazione | Bologna
« CLICCA PER INFO +39 051 544251 »

Per i Bambini

Ass Corpo | Centro Monari | Fisioterapia | Bologna Il metodo Monari per i bambini e gli adolescenti

Nelle nostre contratture spesso c’è una storia antica, fin da bambini cominciamo a ruotarci o a incurvarci per questo è importante allungare la muscolatura man mano che cresciamo. Anche per bambini che non hanno deviazioni della colonna o contratture muscolari è importante lasciare libera la crescita dell’apparato scheletrico evitando che queste contratture la ostacolino.

I greci sono stati i primi ad interessarsi delle proporzioni fisiologiche del corpo umano, in particolare Policleto nel V sec. a.C. si rifà al numero aureo. Oggi gli studi scientifici confermano l’esistenza della proporzione aurea in tutto il corpo umano.
L’equilibrio fra le varie parti del corpo puo’ esserci solo se c’è una buona proporzione fra i vari segmenti.
Nel 1947 Francoise Mezieres si rese conto che più il corpo si allontanava da queste proporzioni e più c’erano squilibri muscolari causa di dolori e disagi. Queste proporzioni venivano mantenute solo se i muscoli erano in equilibrio fra loro, se non c’erano contratture e se ogni muscolo rispettava la sua lunghezza fisiologica. Da quel momento la sua fisioterapia fu impostata al fine di avvicinarsi alla forma fisiologia dettata dalle proporzioni auree. Mano mano che i muscoli sono proporzionati fra di loro i dolori e i disagi diminuiscono.

Si parla erroneamente e continuamente di postura del corpo,in realtà la posizione, il modo in cui il corpo si muove e la postura che assume non sono frutto di atteggiamenti sbagliati ma semplicemente l’effetto di uno squilibrio muscolare. Questa precisazione ha un’importanza enorme, se i muscoli hanno delle contratture e sono più corti impediscono al corpo di avere una buona posizione e un buon movimento, diventa inutile quindi dire di stare dritto a un bambino o di sottopporre il suo corpo a stress per assumere una buona posizione. IL Problema e’ piu’ profondo, e’ nei muscoli . I Nostri muscoli sono nati per farci muovere ma possono se corti e rigidi frenare il movimento, costringerci in posizioni scomode, spostare e ruotare la colonna vertebrale.

Scoliosi, dorso curvo, piede piatto sono il sintomo di un accorciamento della catena posteriore.

Ciò significa che riportare i muscoli alla loro lunghezza fisiologica migliora notevolmente e spesso elimina il sintomo.

La scoliosi è una deviazione e una rotazione della colonna vertebrale, il più delle volte causata da uno squilibrio muscolare, anche alcune delle scoliosi definite idiopatiche posssono interrompere il loro processo evolutivo lavorando sulla muscolatura posteriore con trattamenti individuali o/e esercizi di gruppo. I risultati del trattamento individuale e del lavoro di gruppo vengono verificati attraverso foto dove vengono evidenziati miglioramenti importanti e assolutamente evidenti. Le foto vengono fatte in piedi a piedi uniti in quattro posizioni, davanti, dietro e nei due lati. I cambiamenti vanno sempre di più verso un corpo in asse e vanno valutati con un esame obbiattivo basato sulla fisiologia del corpo. Un corpo in asse ha un equilibrio muscolare che non permette alcuna deviazione ossea.

Nei bambini in età evolutiva spesso rigidità muscolari non permettono un armonioso sviluppo e provocano una deviazione della colonna vertebrale, deviazioni del torace e squilibri del bacino. Un lavoro sull’equilibrio muscolare rende possibile una buona crescita.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla "Newsletter" per restare sempre aggiornato su tutte le novità, eventi, conferenze del Metodo Monari, Società Scientifica e sul Monari Punto Vita.

Lettera aperta ai fisioterapisti

Scegliere di fare il fisioterapista significa scegliere di entrare in contatto col corpo di un'altra persona.

Nelle scuole di fisioterapia questo particolare passa in secondo piano lasciando spazio alle tecniche fisioterapiche, alla teoria e alla pratica, entrambe importanti e semplici da apprendere. Quello che non è semplice è l'incontro con un altro corpo, non spinti dall'eccitazione, come avviene nella sessualità, non spinti dall'amore, come avviene con le persone che amiamo, ma con un diploma in mano...

Leggi tutta la lettera